13/07/17

02/05/17

I riflessi innati del neonato

Riflessi del neonato

Appena nati i bambini presentano alcuni riflessi innati, reazioni muscolari automatiche che avvengono in risposta ad alcune sollecitazioni; alcuni di loro scompariranno con il tempo, crescendo, altri invece rimarranno anche in età adulta. La loro presenza e la successiva scomparsa, serviranno al medico per comprendere lo sviluppo del sistema nervoso.

I riflessi non si manifestano in tutte le occasioni, accade infatti che alcuni si manifestino solo in alcuni casi; ne è un esempio il rooting che, generalmente, si può notare stimolando la guancia del neonato provocando la rotazione della testa. Questo riflesso non lo si nota dopo la poppata e in tutti i casi in cui il neonato è sazio; non è un caso che sia considerato come uno dei riflessi con un valore di sopravvivenza.

Quali sono i riflessi del neonato?


Alla nascita i riflessi permettono di valutare di sviluppo neurologico e i principali sono 6.
  1. Rooting e suzione: sfiorando e accarezzando la guancia o la bocca di un neonato, questo ruota la testa in direzione della guancia stimolata aprendo la bocca come per succhiare. Per questo motivo non compare dopo la poppata o in caso di sazietà, in questo caso non avverte il bisogno di essere nutrito. Il riflesso scompare generalmente entro i 4-5 mesi.
  2. Grasping o prensione: quando si appoggia un dito sul palmo di un neonato, lui tende a chiudere le dita afferrandolo. Nel momento in cui si cerca di muovere il dito, il neonato stringe la presa; dal quarto mese di vita il riflesso inizia a scomparire per lasciare il posto a un’azione volontaria.
  3. Marcia automatica: anche se il bambino non ha ancora imparato a camminare, se lo si sorregge tenendolo sotto le ascelle, lasciando che le punte dei piedi tocchino una superficie, in maniera automatica muoverà le gambe come se stesse camminando. Entro i 4 mesi scompare.
  4. Moro: quando il bambino viene sorpreso da un rumore inaspettato e troppo forte oppure lo si poggia meno delicatamente del solito, il neonato reagisce stendendo le braccia come se cercasse di afferrarsi a qualche cosa; quando richiude le braccia in genere il bambino inizia a urlare. Entro il sesto mese scompare anche se, già dal secondo mese, inizia a diradarsi.
  5. Tonico del collo: se il bambino è sdraiato supino e la testa è ruotata a destra, stenderà il braccio destro e fletterà il sinistro (e viceversa). In genere scompare antro i 3-4 mesi.
  6. Riflesso spinale Galant: accarezzando la parte laterale della schiena del neonato, si provoca l’oscillazione del bambino verso il lato stimolato. In genere scompare entro i 4-6 mesi.

04/04/17

,

Mondo Convenienza, gioca, vinci e ritira!

Mondo Convenienza

Mondo Convenienza è il brand amato da chi vuole arredare casa con gusto, scegliendo tra tanti stili e con un ottimo rapporto qualità/prezzo.

Nei loro negozi si respira sempre aria di allegria, girare alla ricerca del mobile perfetto è divertente e, soprattutto quando noi mamme arriviamo con i bambini all’area dedicata alle camerette diventiamo di nuovo un po’ piccine. I colori vivaci e le disposizioni riportano indietro nel tempo, a quando la cameretta era il luogo in cui tutte le fiabe prendevano vita, dove si giocava in sicurezza e, in seguito, una volta cresciute, si scambiavano segreti e confessioni con l’amica del cuore.


21/03/17

22/02/17

06/02/17

#nessunbambinosolo, aiuta un bambino, dona al 45522


Per ogni bambino avere il sostegno della famiglia, un rifugio sicuro in cui crescere protetto, amato, aiutato a sviluppare le proprie capacità deve essere un diritto eppure, non per tutti i più piccoli è così.

Non sempre la vita è generosa e, con alcuni lo è ancor meno che con altri; non è giusto che un bambino viva per strada, che debba occuparsi di crescere altri fratellini o sorelline, che si debba far carico al posto dei genitori delle incombenze di tutti i giorni.

24/01/17

Preparare il cane all'arrivo di un neonato


Nelle nostre case accade sempre più spesso che tra i membri della famiglia ci sia anche un cane, una compagnia speciale, un affetto che, come gli esseri umani prova delle emozioni e, tra queste, anche la gelosia; se siete in attesa e avete paura che il vostro amico peloso possa ingelosirsi e fare del male al neonato, iniziate a prepararlo al nuovo arrivo.

16/01/17

,

Dorelan, qualità e competenza al servizio del sonno



Alzarsi dopo un buon sonno ristoratore è il modo migliore per iniziare la giornata con il piede giusto ma, a volte non accade e ci si ritrova ad affrontare il nuovo giorno più stanchi della sera prima.

Se mamme e papà spesso passano notti insonni, agitate, o dormono male per via di allattamento, pianti, capricci, insonnie e voglia di gioco alle ore più impensabili, a chiunque può capitare di dormire male; il materasso sbagliato, il guanciale inadatto, il cambio dell’ora o il jat lag sono alcuni dei motivi per cui la notte, anziché essere ristoratrice, diventa una tortura.

I cambi di orario provocano modifiche e alterazioni nel ciclo del sonno, svegliarsi un’ora più tardi del solito, non aiuta a prendere sonno la sera, mentre, perdere un’ora di sonno la mattina, lascia assonnati e, riprendere le normali abitudini e il solito ciclo, diventa necessario per il benessere psicofisico.

Un guanciale troppo duro, che fa pensare di aver appoggiato la testa su un mattone, o troppo morbido, in cui si sprofonda beatamente ma che la mattina fa risvegliare con una cervicale che urla vendetta può rovinare l’intera giornata.

E il materasso? Se si sbaglia la scelta del materasso (scelta spesso sottovalutata ma molto importante), si rischia di passare la notte girandosi e rigirandosi e svegliarsi magari con un bel mal di schiena; una notte insonne genera una giornata nervosa, stanca, con difficoltà di concentrazione.



Quando anni fa, prima di sposarci abbiamo scelto il materasso, abbiamo preso una grossa “cantonata”; da bambina, per problemi alla schiena, il medico aveva fatto mettere un asse di legno sopra la rete del letto, sotto il materasso (non c’erano ancora i letti con le doghe) così, scegliendo il materasso, abbiamo deciso di prenderne uno ortopedico che però si è rivelato troppo duro e spesso provoca risvegli con mal di schiena. Non solo, quando la sciatica torna a farsi sentire, è così scomodo che devo traslocare e dormire sul divano.

Ci fosse stato un consulente sarebbe stato diverso, e probabilmente non avremmo fatto questa scelta.

Al giorno d’oggi molte cose sono cambiate, l’italianissimo brand Dorelan, dispone di “Specialisti del Riposo” che forniscono supporto e aiutano a fare la scelta giusta, non è un caso che il loro motto sia “Ci svegliamo ogni giorno per farvi dormire meglio”.

Il bed in Italy


Dorelan non solo produce in Italia ma non delocalizza nessuna fase della produzione, ogni componente è prodotto all’interno dei suoi laboratori, permettendogli così di avere pieno controllo sulla filiera produttiva; partnership e collaborazioni le ha invece con atenei (come quello di Bologna) e istituti di ricerca scientifici.



L’alta qualità è quindi frutto dell’unione di più fattori uno dei quali, quello alla base, è la scrupolosa ricerca e scelta delle materie prime che avviene in Italia o Europa ma, sempre e comunque, privilegiando l’eccellenza delle risorse, l’elevata qualità dei materiali e la tracciabilità degli stessi.

Solo in questo modo è possibile offrire un’esperienza positiva che rispetti i 3 elementi che determinano un sonno di qualità: durata (soggettiva), continuità e profondità.

Letti per tutti, anche per i più piccini


I letti Dorelan sono perfetti non solo per gli adulti, ma anche per i bambini perché garantiscono loro condizioni di sicurezza; “Flip”, l’unico materasso 4 in 1, accompagna infatti la crescita dei nostri piccini dai 3 ai 14 anni.

I 4 flip, le rotazioni, corrispondono alle fasi di crescita del bambino basate sulle tabelle dei percentili così, in ogni fase di crescita, il suo materasso lo seguirà, adattandosi al suo corpo e ai suoi bisogni, un materasso su misura che cresce con lui; a questo progetto hanno lavorato Raffaella Schisò, pediatra membro della Società Italiana di Pediatria, e l’American Academy of Pediatrics e Logotel.

I prodotti Dorelan sono sicuri perché il brand utilizza trattamenti atossici e naturali, le reti son trattate con vernici a base di acqua, mentre le doghe vengono verniciate e lucidate senza additivi chimici e coloranti chimici.

Se volete testare la qualità Dorelan lo potrete fare presso uno dei 67 negozi monomarca diffusi sul territorio nazionale e, per qualsiasi necessità, chiedete ai consulenti del riposo, veri e propri esperti che sapranno indirizzarvi e rispondere alle vostre domande.



Fino al 12 febbraio potrete inoltre approfittare dei saldi fino al 50%, un ottimo motivo per visitare un negozio Dorelan Bed.



Lettori fissi